eLabor, secondo il suo spirito innovativo e legato all’utilizzo delle nuove tecnologie in ambito sociale, ha iniziato nel 2005 un percorso che vuole coniugare tra loro gli aspetti economici, ambientali e sociali. Si tratta di un impegno nel campo energetico, puntato sull’offerta di percorsi – utilizzabili da tutti – relativi al risparmio energetico e all’utilizzo di energia da fonti rinnovabili. Sono così chiamate quelle che si rigenerano in tempi brevi se confrontati con i tempi caratteristici della storia umana:

Il risparmio energetico e l’uso di energia proveniente da fonti rinnovabili sono poco diffusi in Italia (ed anche nel resto del mondo), nonostante tutti oramai si rendano conto dei pericoli che il nostro pianeta corre se si continua a sfruttare in modo indiscriminato le fonti di energia non rinnovabili e, in particolare, quelle fossili: pericoli di ordine economico, sociale ed ambientale.

I pannelli solari fotovoltaici permettono di convertire l’energia della radiazione solare direttamente in energia elettrica che, una volta adattata alle normali condizioni di utilizzo (220 volt, 50 hertz), può essere utilizzata direttamente con i normali apparecchi elettrici, oppure puòPannello fotovoltaico essere immessa nella rete elettrica nazionale.

eLabor, in collaborazione con Morellato Energia, è in grado di progettare, installare, mantenere e finanziare impianti fotovoltaici e di seguire l’iter per la concessione degli incentivi attualmente disponibili.

MAG-ESCo-2

Fotovoltaico-eLabor-1

Edificio: abitazione privata
Località: Pappiana (PI)
Potenza installata: 2.96 kW
Integrazione architettonica: parzialmente integrato
Stato impianto: attivo

 

 

 

 

 Fotovoltaico-eLabor-2

Edificio: abitazione privata
Località: Asciano (PI)
Potenza installata: 3 kW
Integrazione architettonica: integrato
Stato impianto: attivo

Il progetto MAG-ESCo intende coniugare l’idea di Mutua Auto Gestione (MAG) con quella di Energy Services Company (ESCo); in sostanza, si tratta di finanziare attraverso la raccolta di capitale e prestito sociale, sullo stile di una MAG, iniziative di risparmio energetico e di produzione di energia da fonte rinnovabile con meccanismi analoghi a quelli utilizzati dalle ESCo.

Dovrebbe essere chiaro che una ESCo necessita di capitali, anche ingenti, per essere costituita e per poter funzionare, ma… come fare per avere a disposizione questi capitali? La legge mette a disposizione delle cooperative uno strumento potente: il prestito sociale, cioè la possibilità di ottenere prestiti da suoi soci, col vincolo che questi soldi servano per il perseguimento degli scopi statutari.

La cooperativa eLabor, membro del Distretto di Economia Solidale Alt(r)o Tirreno, socia di Banca Popolare Etica e di Retenergie, da sempre attiva nel campo dell’economia solidale e della finanza etica pisano, impegnata nella difficile impresa di offrire servizi di qualità a prezzi accessibili ed allo stesso tempo di offrire lavoro stabile e dignitoso ai suoi soci, ha da tempo avviato progetti di generazione di energia da fonti rinnovabili, di risparmio energetico, di consumo critico dell’acqua e di finanza etica, in un’ottica di sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

Nel corso di quest’anno ha deciso di avviare un settore legato al commercio di telefoni usati e di altre piccole apparecchiature elettroniche che consentano una maggiore sostenibilità ambientale.