Dopo una lunga gestazione, troppo lunga in effetti ma dovuta al fatto che lo abbiamo realizzato da soli partendo da zero, è on-line il nostro e-commerce: eLabor Store.

Collegandoti potrai vedere le nostre disponibilità di telefoni rigenerati, scegliere modello, capacità e grado estetico e, se sei registrato e se ti interessa qualcosa, potrai comprare direttamente e comodamente da casa…

… e non dovrai neanche uscire per ritirare l’acquisto: una volta arrivato il pagamento o anche pagando in contrassegno al ricevimento della merce, ti verrà spedito un pacchetto all’indirizzo che hai dato in fase di registrazione, niente di più facile e semplice.

Con grande gioia annunciamo che, anche grazie al contributo di eLabor, che ha sviluppato tutto il software necessario, sono stati pubblicati – tanto in versione “elettronica” che a stampa – i primi due volumi (“Musica” e “Optica”) dell’Edizione Nazionale dell’Opera Matematica di Francesco Maurolico.

MaurolicoFrancesco Maurolico (Messina 1494-1575) fu uno dei massimi matematici del XVI secolo. Molti fra quelli del tempo si dedicarono come lui al recupero della matematica greca, ma ben pochi si accostarono ai classici con uno spirito altrettanto libero e creativo: le sue «letture» dei testi contengono spesso intuizioni nuove e profonde.

Avete mai visto uno di quei film, ambientati nel futuro, in cui le macchine si guidano da sole? Si sale in macchina, si indica la destinazione e si va. Pensa a tutto l’auto, il passeggero deve solo godersi il viaggio. Quanti di voi hanno pensato che quelle auto sarebbero uscite dalla finzione cinematografica per riversarsi sulle nostre strade? Se siete fra coloro che non l’hanno pensato, beh, previsione errata. Le auto a guida autonoma esistono e entreranno a far parte del nostro vivere quotidiano molto presto. Le più importanti case automobilistiche gareggiano fra di loro per la realizzazione di sistemi sempre più affidabili che consentano a questi veicoli di circolare in tutta sicurezza per le strade.

Circa un anno fa abbiamo abbiamo sentito l'esigenza di migliorare la gestione dei progetti di sviluppo software, abbiamo quindi chiesto ad un nostro socio che conosce bene, per averle utilizzate da diversi anni, le metodologie di sviluppo agile, di aiutarci ad introdurre alcune prassi di lavoro ispirate alla metodologia Scrum. Quella che cercherò di riportare è la nostra esperienza con Scrum, ma prima di parlarne facciamo un passo indietro.

Formato non supportato. Quanti di voi non hanno letto almeno una volta questa frase tentando di riprodurre un video sui più svariati dispositivi? Probabilmente nessuno. Quanti di voi non hanno esclamato alla vista di questa frase “ma come, fino a ieri si vedevano”? Probabilmente nessuno. Il diffondersi di dispositivi portatili atti alla registrazione e riproduzione di video, di media player da salotto e di offerte di video on demand ha catapultato tutti noi in una vera giungla, solo che al posto di alberi e rampicanti ci sono insidie digitali ad ogni passo. Nello specifico queste insidie rientrano in 2 categorie, codec e container. Ma cosa sono? Semplificando possiamo definirli come gli elementi costitutivi di un video, di cui vi darò ora una breve descrizione.

Tutti noi conosciamo almeno per sentito dire i pagamenti digitali, pagamenti che non richiedono l'uso di denaro contante ma si basano sullo scambio di informazioni digitali. Li incontriamo sempre più spesso nel nostro vivere quotidiano ma molti di noi ancora non li vedono di buon occhio. Perché? Le motivazioni sono diverse ma se andiamo ad analizzare la questione nel dettaglio i 2 motivi fondamentali sono la sicurezza dei nostri dati, che molti di noi ritengono alla mercé di hacker e malintenzionati di varia natura, e i costi di utilizzo di tali strumenti. Già i costi, molti si chiedono perché pagare commissioni a banche e istituti di credito quando si può continuare a utilizzare il buon vecchio contante senza nessun aggravio. L'obiezione è legittima ma se si guarda al futuro con occhio attento non si può fare a meno di notare come il cammino sia ormai segnato. La progressiva limitazione dell'uso del contante e la sempre più pressante esigenza di tracciabilità dei pagamenti evidenziano questo trend.

Restiamo spesso colpiti quando, andando a fare una passeggiata in montagna, ci imbattiamo in qualche ruscello o rivolo d’acqua oppure quando l’amico di turno, appena tornato dalla settimana bianca, giusto per farci un po’ di invidia, ci porta un po’ d’acqua di alta montagna. Quanta naturalezza, che bontà! Altrettanto spesso, al contrario, siamo restii a bere l’acqua che arriva direttamente dal rubinetto. Eppure si tratta della medesima acqua, anzi mentre dell’acqua di montagna abbiamo fiducia che sia buona, quella del rubinetto ha passato una serie di trattamenti, che garantiscono la salubrità di quel che beviamo.

Come per altri aspetti della vita quotidiana anche per Internet un'opportunità può rappresentare un rischio.

Ogni giorno milioni di persone usano la rete per leggere i giornali, chattare sulle varie piattaforme, scambiarsi dati ed informazioni di ogni tipo; ma anche per telefonare, fare acquisti o scaricare musica e film.

Queste sono solo alcune delle potenzialità, che tutti conosciamo, della rete. Ma in parallelo alle potenzialità ci sono anche i rischi, che è bene conoscere per muoversi in modo consapevole nel ciberspazio.